sabato 15 settembre 2012

Quilling: questo sconosciuto.

Quilling. Cosa vi suggerisce questa curiosa parola? Devo dire che già la pronuncia può risultare ambigua. Eppure questo è il nome di una delle tecniche più raffinate e più antiche che il mondo conosca! Ok, spiegamoci meglio. Il Quilling non è altro che un particolare tipo lavorazione della carta che intende imitare i manufatti orafi in filigrana. Nonostante la semplice reperibilità e il basso costo della materia prima, il risultato è sempre sorprendente. Si tratta solo di arrotolare su se stesse delle lunghe striscioline di carta, come a formare un cilindretto basso; dopodichè, utilizzando un cerchiometro (reperibile in molte cartolerie), si posiziona il cilindretto al centro di uno dei cerchi scelti e lo si lascia aprire finchè non ha raggiunto la grandezza desiderata. Un punto di colla per fermare l'estremità ed ecco a voi la forma base del quilling. Manipolandola e piegandola si possono formare le più svariate forme e sommandole tra loro in numero e dimensioni diverse si possono creare oggetti di ogni genere, non solo in 2D! Le striscioline di carta sono reperibili in commercio di diverse lunghezze e larghezze, ma visto l'elevato prezzo io preferisco farle da me in cartoncino (che tiene meglio la piega): l'unica accortezza è assicurarsi che la carta scelta sia colorata anche in sezione! Capisco che senza foto bisogna usare un pò di immaginazione, ma presto le aggiungerò per voi! Intanto vi lascio un pò di mie creazioni: chissà, magari vi ispireranno!=)

ciondolo (dimensioni: diametro 5cm ca.)

ciondolo (dimensioni: 5x5x0,5cm ca.)

orecchini (dimensioni: diametro 4cm ca.)

segnalibro (dimensioni: diametro girasole 4cm ca.; lunghezza totale: 47cm)

A presto!=)

Elena


2 commenti:

  1. Il mio girasole bellissimooooooooooooooo!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  2. Eh eh!;) tutto fatto con le mie manine!=D

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...